Afghanistan: l'ONU accoglie con favore l'annuncio del cessate il fuoco per la fine del Ramadan



I talebani hanno annunciato un cessate il fuoco di tre giorni in Afghanistan sabato durante Eid al-Fitr, la festa che segna la fine del Ramadan che inizia domenica 24 maggio. Il cessate il fuoco è stato accettato lo stesso giorno dal presidente afghano Ashraf Ghani, che ha chiesto alle forze di difesa e di sicurezza nazionali afghane di rispettarlo e di "difendersi solo in caso di attacco".

Tramite il suo portavoce, il segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres ha accolto con favore l'annuncio del cessate il fuoco che "consentirà al popolo afghano di celebrare l'Eid Day al-Fitr in pace ”.

"Il segretario generale esorta tutte le parti interessate a cogliere questa opportunità e ad adottare un processo di pace guidato e di proprietà degli afgani", ha dichiarato il suo portavoce in un comunicato stampa pubblicato la sera dell'annuncio del cessate il fuoco. il fuoco.

Il capo delle Nazioni Unite ritiene che solo una soluzione pacifica possa porre fine alle sofferenze in Afghanistan. "Le Nazioni Unite sono determinate a sostenere il popolo e il governo dell'Afghanistan in questo importante sforzo", ha detto il suo portavoce.

L'annuncio del cessate il fuoco è stato inoltre accolto favorevolmente dalla Missione delle Nazioni Unite in Afghanistan (UNAMA), sottolineando che "il popolo afghano merita una tregua dalla violenza".

"Ci sono ragioni per sperare! Deborah Lyons, rappresentante speciale del Segretario generale delle Nazioni Unite in Afghanistan, ha detto sabato su Twitter, accogliendo con favore la decisione dei talebani e la risposta del governo afgano.

Lyons, che ha assunto la guida dell'UNAMA il mese scorso, ha affermato che l'annuncio di un cessate il fuoco fa eco alla richiesta di un "cessate il fuoco globale" lanciato il 23 marzo da Mr. Guterres in modo che la comunità internazionale possa concentrarsi sul nuovo nemico che è il Covid-19.

Le Nazioni Unite esortano le parti in conflitto afghane a rispettare la cessazione dei combattimenti e a cercare urgentemente di renderlo permanente. L'UNAMA ha colto l'occasione per annunciare il cessate il fuoco come promemoria che devono iniziare i negoziati di pace intra-afgani. Il rappresentante speciale ha espresso la speranza che "la saggezza e la compassione di Eid al-Fitr possano convincere tutte le parti a rendere permanente questo (cessate il fuoco) e passare ai colloqui di pace".

Un sentimento condiviso dal sottosegretario generale delle Nazioni Unite per gli affari politici e il consolidamento politico, Rosemary DiCarlo, che spera che questo cessate il fuoco consentirà alle parti afghane di "progredire risolutamente verso una soluzione politica" del conflitto " non esiste una soluzione militare. Gli afgani meritano la pace ", ha detto DiCarlo su Twitter domenica.



Articolo tradotto per la comunità italiana, potete trovare l’articolo originale qui