Africa Day: le Nazioni Unite chiedono il rispetto delle pratiche democratiche sullo sfondo di Covid-19



La celebrazione dell'Africa Day (25 maggio) di quest'anno si svolge in circostanze estremamente difficili, mentre il mondo intero affronta la pandemia di Covid-19.

Il virus non sta risparmiando l'Africa e minaccia di mettere a repentaglio i progressi compiuti dai paesi africani nel raggiungimento degli Obiettivi di sviluppo sostenibile (OSS) e degli obiettivi stabiliti nell'Agenda 2063 dell'Unione Africana (UA).

"Attraverso un'azione rapida e coordinata, i paesi africani hanno mostrato una grande leadership", ha detto lunedì il segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres in un messaggio per la Giornata dell'Africa.

L'UA ha creato una task force per sviluppare una strategia in tutto il continente e ha nominato inviati speciali per mobilitare il sostegno della comunità internazionale. Il Consiglio di pace e sicurezza panafricano ha inoltre preso provvedimenti per contrastare l'impatto negativo di Covid-19 sull'attuazione di importanti accordi di pace e misure di riconciliazione. I Centri africani per la prevenzione e il controllo delle malattie (CDC) hanno creato un fondo di risposta, mentre gli Stati membri africani delle Nazioni Unite hanno preso fermi provvedimenti per contenere la diffusione del virus e mitigare il suo economico.

Silenzia le armi e allenta le tensioni

Guterres ha accolto con favore il sostegno che l'UA ha dato alla sua richiesta di un cessate il fuoco globale per combattere la pandemia di Covid-19. Una richiesta che segue il tema dell'organizzazione panafricana per il 2020: "Silenziare le armi: creare le condizioni favorevoli allo sviluppo dell'Africa".

Gruppi armati in Camerun, Sudan e Sudan del Sud hanno risposto alla chiamata e dichiarato cessate il fuoco unilaterali. "Imploro che altri movimenti armati e i governi interessati in Africa facciano lo stesso", ha affermato il segretario generale, che ha anche accolto con favore il sostegno che i paesi africani hanno dato alla sua richiesta di pace nel case e la fine di tutte le forme di violenza, anche contro donne e ragazze.

La pandemia di Covid-19 ha avuto un impatto sul consolidamento della democrazia in Africa. Circa venti paesi africani avrebbero organizzato le elezioni quest'anno. Ma alcuni di loro saranno rinviati a causa della pandemia, che potrebbe avere conseguenze per la stabilità e la pace. "Esorto i decisori africani a stabilire un dialogo politico inclusivo e sostenuto al fine di allentare le tensioni sollevate al riguardo e rispettare le pratiche democratiche", ha affermato Guterres.

Sollievo dal debito e vaccino Covid-19 economico e trattamento

Mercoledì scorso, le Nazioni Unite hanno pubblicato una nota informativa che illustra le conseguenze della pandemia di Covid-19 per l'Africa. Le Nazioni Unite chiedono la riduzione del debito e l'adozione di misure per mantenere l'offerta di cibo, proteggere i posti di lavoro e proteggere il continente africano dalla perdita di reddito e dai proventi delle esportazioni.

"Come il resto del mondo, i paesi africani dovrebbero avere un accesso rapido, equo e conveniente a qualsiasi vaccino o trattamento", ha affermato il capo delle Nazioni Unite. Il segretario generale afferma che anche i governi africani "come tutti gli altri governi del mondo" possono approfittare di questo momento per sviluppare nuove politiche che rafforzano i sistemi sanitari, migliorano la protezione sociale e perseguono percorsi rispettosi del clima .

"L'adozione di misure per le persone occupate nel settore informale, la maggior parte delle quali sono donne, costituirà un passo importante nella ricostruzione, così come trarrà vantaggio dalla piena partecipazione e iniziativa delle donne", ha dichiarato Guterres, aggiungendo che "l'inclusione e il ruolo di mobilitazione dei giovani saranno anche essenziali in ogni fase".



Articolo tradotto per la comunità italiana, potete trovare l’articolo originale qui