Clean Air Day: l'ONU chiede un cambiamento radicale per prevenire le emissioni inquinanti



In tutto il mondo, nove persone su 10 respirano aria inquinata. L'inquinamento atmosferico contribuisce a malattie cardiache, ictus, cancro ai polmoni e altre malattie respiratorie.

Si stima che questo inquinamento atmosferico provochi 7 milioni di morti premature ogni anno, principalmente nei paesi a basso e medio reddito. Minaccia anche l'economia, la sicurezza alimentare e l'ambiente.

"Mentre ci riprendiamo dalla pandemia di coronavirus, il mondo deve prestare molta più attenzione all'inquinamento atmosferico, che sta anche esacerbando i rischi del Covid-19", ha detto il capo delle Nazioni Unite in un messaggio per quel giorno.

“Dobbiamo anche affrontare con urgenza la minaccia più profonda del cambiamento climatico. Limitare il riscaldamento globale a 1,5 gradi Celsius aiuterà a ridurre l'inquinamento atmosferico, il numero di morti e malattie ”, ha aggiunto.


Riduzione delle emissioni con misure di contenimento

Il Segretario generale ha osservato che le misure di contenimento adottate quest'anno hanno ridotto drasticamente le emissioni e consentito di respirare aria più pulita in molte città, ma che le emissioni hanno già ricominciato a salire e persino superare i livelli preesistenti. -pandemia in alcuni luoghi.

"Abbiamo bisogno di un cambiamento radicale e sistemico", ha detto. "È più imperativo che mai rafforzare gli standard, le politiche e le leggi ambientali, che prevengono le emissioni di inquinanti atmosferici".

Secondo il capo delle Nazioni Unite, i paesi devono anche smettere di sovvenzionare i combustibili fossili e, a livello internazionale, i paesi devono cooperare per aiutarsi a vicenda nella transizione verso le tecnologie pulite.

"Chiedo ai governi che continuano a finanziare progetti relativi ai combustibili fossili nei paesi in via di sviluppo a reindirizzare questo sostegno verso l'energia pulita e il trasporto sostenibile", ha detto. "E invito tutti i paesi a utilizzare i loro pacchetti di stimolo post-pandemia per sostenere la transizione verso posti di lavoro sani e sostenibili".



Articolo tradotto per la comunità italiana, potete trovare l’articolo originale qui