Clima: WMO si preoccupa dell'impatto di Covid-19 sui sistemi di osservazione meteorologica


"I cambiamenti climatici continuano ad avere un impatto e il numero di catastrofi meteorologiche è in aumento. La pandemia di Covid-19 rappresenta un'ulteriore sfida ", ha dichiarato il segretario generale dell'OMM Petteri Taalas.

Secondo questa agenzia delle Nazioni Unite con sede a Ginevra, il nuovo coronavirus "potrebbe esacerbare i rischi multi-hazard a livello nazionale". "È quindi essenziale che i governi prestino attenzione alle capacità nazionali di allerta precoce e di osservazione meteorologica nonostante questa crisi", ha aggiunto Taalas.

I cambiamenti climatici continuano ad avere un impatto e il numero di catastrofi meteorologiche è in aumento. La pandemia di Covid-19 rappresenta un'ulteriore sfida: Petteri Taalas, segretario generale dell'OMM

In generale, è il sistema di osservazione globale dell'OMM che sostiene tutti i servizi e prodotti meteorologici e climatologici offerti dai 193 Stati membri e territori dell'OMM ai loro cittadini. Questo sistema trasmette osservazioni sullo stato dell'atmosfera e sulla superficie degli oceani raccolti da strumenti terrestri, marittimi e satellitari. Questi dati vengono utilizzati per sviluppare analisi, previsioni, avvisi e allerta meteo.

In questo dispositivo, intere sezioni del sistema di osservazione, come i componenti satellitari e molte reti terrestri, sono parzialmente o completamente automatizzate. Dovrebbero quindi continuare a funzionare senza un significativo degrado per diverse settimane, o anche di più in alcuni casi.

"Tuttavia, se la pandemia dura più di alcune settimane, la mancanza di interventi di riparazione e manutenzione e la mancanza di riassegnazioni diventeranno sempre più preoccupanti", avverte l'OMM.

Dati meteorologici trasmessi dagli aeromobili

Nel frattempo, alcuni componenti del sistema di osservazione sono già stati raggiunti. La significativa riduzione del traffico aereo, in particolare, ha avuto evidenti ripercussioni. Le misurazioni in volo della temperatura ambiente, della velocità e della direzione del vento sono una fonte molto importante di informazioni sia per le previsioni meteorologiche che per il monitoraggio del clima.

Si noti che gli aerei di linea commerciali contribuiscono al programma AMDAR (dati meteorologici degli aeromobili), che si basa su sensori, computer e sistemi di comunicazione di bordo per raccogliere, elaborare e formattare osservazioni meteorologiche. Dati che vengono quindi trasmessi alle stazioni terrestri tramite collegamenti via satellite o radio.



WMO / Kabelo Tamocha

Secondo l'Organizzazione meteorologica mondiale, le temperature superiori alla media sono attese in molte regioni del mondo nei primi mesi del 2020.

In alcune parti del mondo, in particolare in Europa, il numero di misurazioni è diminuito drasticamente nelle ultime due settimane. AMDAR riporta in genere oltre 700.000 osservazioni giornaliere di alta qualità della temperatura dell'aria, della velocità e della direzione del vento, insieme ai dati di tempo e posizione richiesti e un numero crescente di misurazioni di umidità e turbolenza .

Attualmente, 16 satelliti meteorologici, 50 satelliti di ricerca, oltre 10.000 stazioni meteorologiche di superficie, automatiche o con personale, 1.000 stazioni aerologiche, 7000 navi, 100 boe ancorate e 1.000 boe alla deriva, centinaia di radar meteorologici e 3 000 aeromobili commerciali appositamente attrezzati misurano ogni giorno i parametri chiave relativi all'atmosfera, alla superficie terrestre e oceanica.

Riduzione significativa delle osservazioni manuali nei paesi in via di sviluppo

"I servizi meteorologici e idrologici nazionali continuano a svolgere le loro funzioni essenziali 24 ore al giorno, 7 giorni alla settimana, nonostante le notevoli difficoltà causate dalla pandemia di coronavirus", ha affermato il segretario generale dell'OMM.

"Accogliamo con favore il loro impegno a proteggere vite e proprietà, ma siamo consapevoli della crescente capacità e dei limiti delle risorse che devono affrontare", ha continuato Taalas.

La riduzione continua e amplificata delle osservazioni meteorologiche degli aeromobili potrebbe far diminuire gradualmente l'affidabilità delle previsioni – Lars Peter Riishojgaard, WMO

Per il momento, l'Organizzazione meteorologica mondiale (OMM) stima che questa mancanza di osservazioni dovrebbe avere ripercussioni relativamente modeste sulla qualità dei prodotti meteorologici.

"Tuttavia, la continua e amplificata diminuzione delle osservazioni meteorologiche dagli aerei potrebbe portare a un graduale declino dell'affidabilità delle previsioni", ha affermato Lars Peter Riishojgaard, direttore dell'Ufficio del sistema terrestre presso il Dipartimento delle infrastrutture dell'OMM. .

Mentre nella maggior parte dei paesi sviluppati le osservazioni meteorologiche di superficie sono ora quasi completamente automatizzate, in molti paesi in via di sviluppo il passaggio alle osservazioni automatizzate non è completo. Tuttavia, WMO ha visto una significativa riduzione degli avvistamenti manuali di questo tipo nelle ultime due settimane.

L'attuale pandemia potrebbe svolgere un ruolo in questa riduzione, ma il possibile ruolo di altri fattori non è stato ancora chiarito.

In conclusione, l'OMM intende continuare a monitorare la situazione. L'agenzia delle Nazioni Unite lavora con tutti i suoi membri per "mitigare il più possibile l'impatto" di Covid19 sui sistemi di osservazione.



Articolo tradotto per la comunità italiana, potete trovare l’articolo originale qui