Combattere il coronavirus è affare di tutti, afferma il capo dell'OMS



“La sicurezza sanitaria non è solo una questione per il settore sanitario. Sono affari di tutti ", ha detto sabato il direttore generale dell'OMS Tedros nella città bavarese.

Sebbene il nuovo coronavirus sia stato dichiarato un'emergenza di sanità pubblica di interesse internazionale, la Cina, che rappresenta il 99% dei casi, rimane il paese più colpito dall'epidemia.

"È impossibile prevedere la direzione che prenderà questa epidemia", ha detto il dott. Tedros, aggiungendo che l'epidemia del nuovo coronavirus – noto anche con il suo nome scientifico COVID-19 – come quella dell'ebola nella Repubblica Democratica del Il Congo sottolinea ancora una volta l'importanza vitale per tutti i paesi di investire nella preparazione e non nel panico.

"Il mondo spende miliardi di dollari per prepararsi ad un attacco terroristico, ma relativamente poco per prepararsi all'attacco contro un virus, che potrebbe essere molto più mortale e molto più dannoso dal punto di vista economico, politico e sociale" , ha lamentato il dottor Tedros. "È francamente difficile da capire e costituisce una pericolosa mancanza di chiaroveggenza".

L'OMS invita tutti i governi, le imprese e le organizzazioni giornalistiche a collaborare per innalzare il livello adeguato di allarme, senza alimentare le fiamme dell'isteria.

Il capo dell'agenzia delle Nazioni Unite ha deplorato il fatto che in molti paesi siano state adottate misure da una parte del governo senza un'adeguata consultazione con il ministero della salute o un esame dell'impatto di tali misure.

"Oggi più che mai, è giunto il momento per noi di lasciare che la scienza e le prove guidino la politica", ha affermato il dott. Tedros, aggiungendo che ognuno di noi deve essere guidato dalla solidarietà, non dallo stigma.

“Il più grande nemico che affrontiamo non è il virus stesso; è lo stigma che ci mette l'uno contro l'altro. Dobbiamo fermare lo stigma e l'odio! ", Ha sottolineato.

"Possiamo unirci per affrontare un nemico comune e pericoloso? O lasceremo che la paura, il sospetto e l'irrazionalità ci distraggano e ci dividano? Chiesto il direttore generale.

Il capo dell'OMS ha sottolineato che "nel nostro mondo fratturato e diviso, la salute è una delle poche aree in cui la cooperazione internazionale offre ai paesi l'opportunità di lavorare insieme per una causa comune".



Articolo tradotto per la comunità italiana, potete trovare l’articolo originale qui