Coronavirus: l'OMS chiede di aumentare la produzione globale di dispositivi di protezione del 40%


"I produttori e i governi devono agire con urgenza per aumentare la produzione, allentare le restrizioni all'esportazione e mettere in atto misure per prevenire speculazioni ed eccessive scorte", ha affermato il direttore generale dell'OMS, Dott. Tedros Adhanom Ghebreyesus.

Per soddisfare la crescente domanda globale, l'OMS stima che la produzione debba essere aumentata del 40%.



Foto delle Nazioni Unite / Loey Felipe

Le Nazioni Unite sconsigliano di indossare maschere quando si è in buona salute.

I prezzi sono saliti alle stelle

Secondo i modelli dell'OMS, le esigenze di risposta a COVID-19 relative alle maschere mediche sono stimate rispettivamente a 89 milioni al mese.

A causa della carenza, medici, infermieri e altri operatori sanitari in prima linea sono pericolosamente poco attrezzati per l'assistenza ai pazienti con COVID-19, a causa del loro accesso limitato a guanti, maschere mediche, respiratori, occhiali di protezione, visiere, tute e altri grembiuli, afferma l'OMS.

Dallo scoppio del nuovo virus, i prezzi sono saliti alle stelle: quelli degli abiti sono raddoppiati, quelli dei respiratori N95 sono triplicati e quelli delle maschere chirurgiche sei volte.

Fino ad oggi, l'OMS ha fornito quasi mezzo milione di dispositivi di protezione individuale in 47 paesi *, ma le scorte si stanno esaurendo.

Secondo i modelli dell'OMS, le esigenze di risposta a COVID-19 relative a maschere mediche, guanti usati per esami medici e occhiali protettivi sono stimate rispettivamente a 89 milioni, 76 milioni e 1,6 milioni al mese.



Man Yi

Gli infermieri del pronto soccorso di un ospedale di Shenzen, in Cina, indossano maschere.

Per sconfiggere il virus, gli operatori sanitari devono essere protetti

L'agenzia delle Nazioni Unite avverte che il rifornimento può richiedere diversi mesi e che i mercati sono ampiamente manipolati, con prodotti spesso venduti al miglior offerente.

Le recenti raccomandazioni dell'OMS sottolineano l'uso razionale e appropriato dei DPI nell'assistenza sanitaria e la gestione efficace delle catene di approvvigionamento.

L'OMS sta lavorando con governi, produttori e la rete di filiera Pandemic per rafforzare la produzione e garantire forniture ai paesi più colpiti e a rischio.

"Non possiamo sconfiggere COVID-19 senza prima proteggere gli operatori sanitari", ha affermato il capo dell'OMS.



Articolo tradotto per la comunità italiana, potete trovare l’articolo originale qui