Coronavirus: oltre un milione di casi confermati e oltre 50.000 decessi in tutto il mondo (OMS)



"Stiamo combattendo insieme per proteggere sia le vite che i mezzi di sussistenza", ha dichiarato il dott. Tedros Adhanom Ghebreyesus in una conferenza stampa di Ginevra.

Il capo dell'OMS afferma che il modo migliore per i paesi di porre fine alle restrizioni per contenere la diffusione della malattia e mitigare i loro effetti economici da Covid-19 è quello di "attaccare il virus con insieme aggressivo e completo di misure di cui abbiamo parlato molte volte ": trova, testa, isola e tratta ogni caso e traccia ogni contatto".

"Se i paesi si affrettano a revocare le restrizioni troppo rapidamente, il virus potrebbe riemergere e l'impatto economico potrebbe essere ancora più grave e prolungato", ha avvertito il dott. Tedros, aggiungendo che il finanziamento della risposta sanitaria rappresenta un "investimento essenziale ”non solo per salvare vite umane, ma anche per garantire una ripresa sociale ed economica a più lungo termine.

I tre campi d'azione raccomandati dall'OMS

Nella guerra contro il coronavirus, il dott. Tedros ha invitato i paesi a concentrarsi su tre azioni principali.

Innanzitutto, garantire che le principali misure di sanità pubblica siano interamente finanziate. Ciò include la ricerca di casi, test, ricerca di casi di contatto, raccolta dati e campagne di comunicazione e informazione.

In secondo luogo, i paesi e i partner devono rafforzare le basi dei loro sistemi sanitari. "Ciò significa che gli operatori sanitari devono ricevere i loro stipendi", ha detto il dott. Tedros, "e le strutture sanitarie hanno bisogno di finanziamenti garantiti per acquistare forniture mediche essenziali".

In terzo luogo, i paesi devono rimuovere gli ostacoli finanziari alle cure. "Se le persone ritardano o rinunciano al trattamento perché non possono permetterselo, non solo fanno male a se stesse, ma rendono la pandemia più difficile da controllare e mettono a rischio la società", ha avvertito il direttore. Generale.

L'OMS incoraggia la sospensione della fatturazione per i costi sanitari

Nel contesto della pandemia, diversi paesi hanno sospeso i costi sanitari per i pazienti e forniscono test e cure gratuiti in relazione a Covid-19, indipendentemente dall'assicurazione che hanno, dalla loro cittadinanza o dal loro status di residenza .

"Incoraggiamo queste misure. Questa è una crisi senza precedenti che richiede una risposta senza precedenti ", ha affermato il capo dell'OMS.

Il dott. Tedros ritiene che la sospensione dei costi sanitari dovrebbe essere accompagnata da misure per compensare i fornitori per la perdita di reddito causata.

"I governi dovrebbero anche prendere in considerazione l'uso di trasferimenti in contanti verso le famiglie più vulnerabili per superare gli ostacoli all'accesso (assistenziale)", ha aggiunto, aggiungendo che ciò può essere particolarmente importante per i rifugiati, sfollati, migranti e senzatetto.

L'OMS lavora quotidianamente con tutti i paesi e i partner per salvare vite umane e mitigare l'impatto sociale ed economico della pandemia. Un lavoro che non è pronto per essere completato secondo la confessione del Dr. Tedros: "Abbiamo ancora molta strada da percorrere in questa lotta".



Articolo tradotto per la comunità italiana, potete trovare l’articolo originale qui