Coronavirus: team dell'OMS in Cina per aiutare a indagare sui virus


"Un team avanzato di esperti dell'OMS è appena arrivato in Cina, guidato dal dott. Bruce Aylward, per preparare il terreno per la grande squadra della missione internazionale di esperti", ha affermato il dott. Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore Generale dell'OMS, durante un briefing stampa questo lunedì pomeriggio a Ginevra.

Il dottor Tedros aveva già annunciato domenica sul suo account Twitter la partenza di questa squadra.

"Sono appena arrivato all'aeroporto (Ginevra) dove ho incontrato i membri di un team preparatorio per la missione internazionale di esperti dell'OMS # 2019nCoV in Cina, guidata dal dott. Bruce Aylward, un veterano che ha lavorato su altre emergenze sanitarie ", ha dichiarato Tedros in un tweet.



OMS

I medici stanno esaminando una radiografia.

Oltre 40.000 infetti in Cina

Secondo il capo dell'agenzia delle Nazioni Unite, questi esperti lavoreranno con le loro controparti cinesi "per garantire che abbiano le competenze per rispondere alle domande giuste".

Si dice che il team, guidato dall'epidemiologo Bruce Aylward, un canadese noto per aver guidato la risposta all'ebola in Africa, sia composto da una dozzina di esperti.

Dopo lo schieramento di questo gruppo preparatorio, la "missione internazionale di esperti" verrà dispiegata "il più presto possibile".

Si noti che il direttore generale dell'OMS, che è andato a Pechino per incontrare le autorità cinesi alla fine di gennaio, è tornato con un accordo per inviare una missione internazionale.

"A partire da lunedì alle 6:00 ora di Ginevra, ci sono stati 40.235 casi confermati di CoV in Cina e 909 morti", ha dichiarato il dott. Tedros.

Al di fuori della Cina, ci sono 319 casi in 24 paesi, incluso 1 decesso. Secondo l'agenzia delle Nazioni Unite, la tendenza generale non è cambiata e il 99% dei casi segnalati è in Cina e la maggior parte dei casi è lieve.

"Circa il 2% dei casi è fatale, il che ovviamente è ancora troppo", ha affermato il capo dell'OMS.

Preoccupazioni per la diffusione del virus al di fuori della Cina

Inoltre, la diffusione del virus al di fuori della Cina potrebbe aumentare, ha avvertito il direttore generale dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS).

"Nei giorni scorsi abbiamo assistito a preoccupanti casi di trasmissione del virus da parte di persone senza precedenti di viaggio in Cina, come i casi segnalati ieri in Francia e oggi nel Regno Unito", ha aggiunto il dott. Tedros.

"L'individuazione di un numero limitato di casi può indicare una trasmissione più diffusa in altri paesi; in breve, potremmo vedere solo la punta dell'iceberg ", ha avvertito ieri in un tweet. Secondo il dott. Tedros, "tutti i paesi devono utilizzare la finestra di opportunità creata dalla strategia di contenimento per prepararsi al possibile arrivo del virus".

Nella lotta contro il virus, l'agenzia delle Nazioni Unite ha dichiarato di aver identificato 168 laboratori in tutto il mondo che dispongono della tecnologia per diagnosticare questo nuovo coronavirus.

"Un'altra spedizione di 150.000 test è attualmente in fase di assemblaggio a Berlino ed è destinata a oltre 80 laboratori in tutte le regioni", ha affermato il capo dell'OMS.

La scorsa settimana, il Centro africano per la prevenzione e il controllo delle malattie ha organizzato una sessione di formazione in Senegal con 12 paesi, utilizzando i test inviati dall'OMS. Ulteriori corsi di formazione si terranno in Sudafrica la prossima settimana.

"L'OMS continuerà a lavorare con tutti i paesi per prevenire e rilevare rapidamente nuovi casi di coronavirus e per salvare vite umane", ha affermato il dott. Tedros.



Articolo tradotto per la comunità italiana, potete trovare l’articolo originale qui