Covid-19: il capo dell'OMS promette una valutazione indipendente "al momento opportuno"



"Lancerò al più presto una valutazione indipendente per rivedere l'esperienza e le lezioni apprese e formulare raccomandazioni per migliorare la preparazione e la risposta alla pandemia nazionale e globale" , ha dichiarato il direttore generale dell'OMS Tedros Adhanom Ghebreyesus lunedì alla 73a Assemblea mondiale della sanità.

Secondo il capo dell'OMS, i meccanismi esistenti sono già operativi dall'inizio della pandemia. Lunedì, l'Independent Advisory Oversight Committee ha anche pubblicato il suo primo rapporto sulla pandemia, con diverse raccomandazioni per il Segretariato e gli Stati membri.

Prima dei 194 stati membri dell'Organizzazione, il capo dell'OMS ha espresso il suo sostegno a questa iniziativa purché "capisca in buona fede l'intera risposta di tutti gli attori".

"Tutti abbiamo lezioni da imparare dalla pandemia", ha insistito, invitando ogni paese e ogni organizzazione a rivedere la sua risposta e imparare dalla sua esperienza.

In quest'ottica, il Dott. Tedros ha accolto con favore la proposta di risoluzione presentata a questo incontro annuale, che richiede un processo graduale di valutazione imparziale, indipendente e globale. Un modo per l'OMS di ribadire il proprio impegno "ad essere trasparente, responsabile e in costante miglioramento".

"Il mondo non ha bisogno di un altro piano, un altro comitato o un'altra organizzazione"

Ma secondo il capo dell'OMS, una cosa è perfettamente chiara: il mondo non deve mai più essere lo stesso. "Non abbiamo bisogno di una valutazione per dirci che tutti dobbiamo fare tutto il possibile per assicurarci che non accada mai più", ha detto.

Il dott. Tedros ha sottolineato che se si possono trarre insegnamenti da questa pandemia, la comunità internazionale deve preservare l'OMS, che in passato si è dimostrato efficace nell'eradicazione delle malattie infettive.

Al mondo non mancano strumenti, scienza o risorse per proteggerlo dalle pandemie – Dr. Tedros, Direttore Generale dell'OMS

"Il mondo non ha bisogno di un altro piano, un altro sistema, un altro meccanismo, un altro comitato o un'altra organizzazione. Deve rafforzare, implementare e finanziare i sistemi e le organizzazioni che ha – incluso l'OMS ", ha avvertito.

Secondo il capo dell'OMS, molti leader che hanno parlato oggi hanno sollevato queste domande: attuazione, sostegno all'OMS e finanziamenti. "Il mondo non può più permettersi l'amnesia a breve termine che ha caratterizzato la sua risposta alla sicurezza sanitaria per troppo tempo", ha avvertito.

Più in generale, è giunto il momento di intrecciare i fili disparati della sicurezza sanitaria globale in una catena ininterrotta – un quadro completo per prepararsi a epidemie e pandemie.

"Il mondo non manca di strumenti, scienza e risorse per proteggerlo dalle pandemie", ha affermato il dott. Tedros. Ciò che manca al pianeta, "è un impegno sostenuto nell'uso degli strumenti, della scienza e delle risorse di cui dispone". E per il capo dell'agenzia delle Nazioni Unite, "deve cambiare e deve cambiare oggi".

"Abbiamo bisogno di un mondo sano, sicuro e giusto"

In queste condizioni, invita tutte le nazioni a decidere di fare tutto per garantire che la pandemia di coronavirus del 2020 non si ripeta più. "Per avere successo, tutti abbiamo bisogno di impegnarci per la proprietà e la responsabilità reciproca", ha detto.

Un mezzo per raggiungere questo obiettivo, proposto dal gruppo africano lo scorso anno, è un sistema di revisione periodica universale, in cui i paesi concordano una revisione regolare e trasparente della disponibilità reciproca.

La pandemia ha testato, rafforzato e messo a dura prova i legami di fratellanza tra nazioni – Dr. Tedros, Direttore Generale dell'OMS

Facendo il punto della risposta, il capo dell'OMS ha affermato dal primo giorno che la sua agenzia ha sostenuto i paesi in questi tempi bui. "L'OMS ha rapidamente suonato l'allarme e lo abbiamo suonato spesso", ha detto Tedros. In tutti i casi, la risposta alla pandemia ha portato alla luce "divisioni geopolitiche". Covid-19 “ha evidenziato i nostri punti di forza e di debolezza. La scienza è stata elogiata e disprezzata. Le nazioni si sono unite come mai prima d'ora e le divisioni geopolitiche sono state messe in evidenza ", ha detto.

"La pandemia ha testato, rafforzato e teso i legami di fratellanza tra le nazioni. Ma non li ha spezzati ", ha aggiunto il dott. Tedros, sottolineando più che mai la necessità di un mondo più sano. "Oggi più che mai abbiamo bisogno di un mondo sano, sicuro e giusto. E oggi più che mai abbiamo bisogno di un OMS più forte ", ha continuato.

Fondamentalmente "la pandemia ha portato alla luce il meglio – e il peggio – dell'umanità: forza e paura; solidarietà e sospetto; segnalazioni e reclami ”.

“Nonostante tutto il potere economico, militare e tecnologico delle nazioni, siamo stati umiliati da questo piccolo microbo. Se questo virus ci insegna qualcosa, è umiltà ", ha concluso, ricordando che è" il momento di essere umili ".

In tutto il mondo, la nuova pandemia di coronavirus ha causato oltre 4,5 milioni di casi di contaminazione, tra cui 310.391 morti.



Articolo tradotto per la comunità italiana, potete trovare l’articolo originale qui