Covid-19: l'Africa ha reagito rapidamente, ma le Nazioni Unite chiedono vigilanza e solidarietà



Mentre Covid-19 si diffonde in Africa, i paesi del continente hanno risposto rapidamente alla pandemia.

"Ad oggi, il numero di casi segnalati è inferiore al previsto. Nonostante ciò, la posta in gioco rimane alta ", ha avvertito il segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres in un rapporto sull'impatto del coronavirus in Africa.

La pandemia sta già minacciando i progressi in Africa a rischio di esacerbazione delle disparità esistenti e aumento della fame, della malnutrizione e della vulnerabilità alla malattia. A riprova, la domanda di prodotti africani di base, turismo e rimesse è in calo. L'apertura della zona di libero scambio continentale africana (ZLECA) è stata rinviata e milioni di persone potrebbero cadere in estrema povertà. Ad oggi, il virus ha ucciso oltre 2.500 persone in Africa.

In questo contesto, "la vigilanza e la preparazione sono essenziali" ha ricordato Guterres, che si è congratulato con i paesi dell'Africa e l'Unione africana (UA) per le misure che hanno già adottato. "La maggior parte ha agito rapidamente per rafforzare il coordinamento regionale, schierare operatori sanitari e stabilire quarantene, contenimenti e frontiere chiuse", ha affermato.

Le Nazioni Unite sono anche mobilitate al fianco degli africani di fronte alle minacce del coronavirus. Le agenzie delle Nazioni Unite, le squadre nazionali, le operazioni di mantenimento della pace e gli attori umanitari stanno sostenendo pienamente questi sforzi. "I voli di solidarietà delle Nazioni Unite hanno trasportato milioni di kit di screening, maschere e altre attrezzature in quasi tutto il continente", ha affermato il Segretario Generale.


Trattare urgenti problemi di coronavirus in Africa

Mercoledì le Nazioni Unite hanno pubblicato una nota informativa che evidenzia una serie di urgenti problemi di coronavirus in Africa.

"Chiediamo la mobilitazione internazionale per rafforzare i sistemi sanitari in Africa, mantenere le catene di approvvigionamento alimentare, evitare una crisi finanziaria, sostenere l'istruzione, proteggere i posti di lavoro, tenere a galla famiglie e imprese e proteggere il continente da perdita di entrate e guadagni delle esportazioni ", ha affermato Guterres, rilevando che i paesi africani devono avere lo stesso accesso rapido, equo e conveniente a tutti i vaccini e trattamenti futuri, che dovrebbero essere considerati beni. pubblico globale.

Il segretario generale ha richiesto un piano di risanamento globale che rappresenti almeno il 10% del prodotto interno lordo globale. "Per l'Africa, ciò significa oltre 200 miliardi di dollari in supporto aggiuntivo da parte della comunità internazionale", ha affermato. Il capo delle Nazioni Unite continua inoltre a sostenere un quadro globale del debito, a partire da un congelamento del debito diffuso per i paesi che non possono servirlo, seguito da una riduzione mirata del debito e un approccio globale alle questioni strutturali dell'architettura del debito internazionale, al fine di prevenire le inadempienze.

Per quanto riguarda la sicurezza, le Nazioni Unite ritengono che sarà anche essenziale che i paesi dell'Africa continuino la loro azione per mettere a tacere le armi e affrontare l'estremismo violento. A questo proposito, Guterres ha accolto con favore il sostegno in tutto il continente per la sua richiesta di un cessate il fuoco globale. "I processi politici e le elezioni rappresentano nei prossimi mesi tante opportunità per raggiungere traguardi importanti in termini di stabilità e pace", ha affermato.

Responsabilizzare le donne e i giovani africani

Il capo delle Nazioni Unite ha anche ricordato che in Africa, come ovunque, la risposta al coronavirus deve essere inclusiva. “Le donne saranno essenziali a tutti i livelli della nostra risposta alla pandemia. I pacchetti di stimolo devono dare la priorità alla messa a disposizione di denaro per loro e al rafforzamento della loro protezione sociale ".

"Dobbiamo dare ai giovani africani i mezzi per agire", ha aggiunto, sottolineando che i diritti umani di tutti devono essere rispettati. Man mano che la pandemia progredisce, il Segretario Generale sottolinea che dovranno essere prese "decisioni difficili", ed è essenziale mantenere la fiducia e la partecipazione dei cittadini durante tutto il processo.

Se il continente africano sembra relativamente risparmiato rispetto ad altre regioni del mondo, Guterres ha voluto ricordare che "la pandemia in Africa è solo ai suoi inizi" e che i disordini potrebbero intensificarsi rapidamente .

"Esiste un imperativo per mostrare solidarietà globale con l'Africa – oggi e per riprendersi meglio. È essenziale porre fine alla pandemia in Africa, finirla in tutto il mondo ", ha dichiarato il capo delle Nazioni Unite.



Articolo tradotto per la comunità italiana, potete trovare l’articolo originale qui