Covid-19: raccomandazioni ILO prima di qualsiasi rilassamento del contenimento


Mentre la pressione aumenta sui singoli paesi per facilitare le misure di contenimento, l'ILO invita quindi i governi a intervenire per prevenire il coronavirus al lavoro.

"L'applicazione delle misure di sicurezza e salute sul lavoro è essenziale sia per proteggere la vita dei lavoratori, delle loro famiglie e delle popolazioni che li circondano, per garantire la continuità del lavoro e la sopravvivenza economica", ha affermato Guy Ryder. , Direttore generale dell'OIL.

"Oggi, la sicurezza e la salute di tutti i lavoratori è fondamentale", ha detto.

In questo processo di deconfinamento e per un ritorno al lavoro, l'ILO indica che tutti i datori di lavoro devono effettuare una valutazione del rischio. Questo per garantire che i locali soddisfino fin dall'inizio criteri molto severi di sicurezza e salute al fine di ridurre al minimo il pericolo per i lavoratori di essere esposti a Covid-19.

Misure per evitare una seconda ondata di Covid-19

In assenza di questi controlli, l'ILO mette in guardia dal "rischio reale di una rinascita del virus in diversi paesi". Per l'istituzione delle Nazioni Unite, l'attuazione delle misure necessarie minimizzerà quindi il rischio di una seconda ondata di contaminazione contratta sul luogo di lavoro.

“Mentre affrontiamo una malattia contagiosa, è il modo in cui proteggiamo coloro che vanno al lavoro che deve, molto chiaramente, dettare il modo in cui garantiamo la sicurezza delle popolazioni e la solidità delle nostre attività. man mano che la pandemia si evolve ", ha dichiarato il direttore generale dell'OIL.

La pandemia ha evidenziato l'urgente necessità di proteggere meglio tutti gli operatori sanitari (…) e molti altri lavoratori che rischiano la vita per noi -, dott. Tedros, direttore generale dell'OMS

In particolare, le misure di controllo del rischio devono essere specificamente adattate alle esigenze dei lavoratori in prima linea nella pandemia. Ciò riguarda in particolare il personale sanitario, gli infermieri, i medici, i dipendenti dei servizi di emergenza, nonché quelli dei negozi di alimentari e dei servizi di pulizia.

In occasione della Giornata mondiale per la sicurezza e la salute sul lavoro, il direttore generale dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) invita tutti i paesi a garantire che tutto il personale salute "condizioni di lavoro ben definite, decenti e sicure". "La pandemia ha evidenziato l'urgente necessità di proteggere meglio tutti gli operatori sanitari, la professione medica, i soccorritori e molti altri lavoratori che rischiano la vita per noi", ha affermato il OMS capo, dottor Tedros Adhanom Ghebreyesus.

L'ILO raccomanda di identificare i rischi di contagio legati al lavoro



Foto delle Nazioni Unite / Evan Schneider

I dipendenti dell'ospedale Elmhurst nel distretto del Queens portano un paziente durante l'epidemia di Covid-19 a New York.

L'ILO evidenzia anche le esigenze dei lavoratori e delle imprese più vulnerabili, compresi quelli nell'economia informale, i lavoratori migranti e i lavoratori domestici. Oltre alla formazione sulle misure di sicurezza e salute sul lavoro, altre misure specifiche per queste persone comprendono la fornitura di dispositivi di protezione individuale (DPI) gratuiti quando necessario.

Al fine di garantire un ritorno sicuro al lavoro ed evitare ulteriori interruzioni del lavoro, l'ILO raccomanda di identificare i pericoli, valutare tutti i rischi di contagio legati al lavoro e continuare questa valutazione dopo la ripresa di lavoro. Implica anche l'adozione di misure di controllo del rischio adattate a ciascun settore e alle specifiche di ciascun luogo di lavoro. Ciò può includere la riduzione dell'interazione fisica tra lavoratori, fornitori, clienti e visitatori, ma anche il rispetto delle misure di distanza sociale quando è necessaria l'interazione.

L'ILO sostiene inoltre una migliore ventilazione sul posto di lavoro, una pulizia regolare delle superfici e buone condizioni igieniche. Per l'OIL, fornire al personale dispositivi di protezione individuale (DPI) gratuitamente quando necessario. "Dobbiamo anche prevedere la possibilità di isolare i casi sospetti rintracciando ciascuno dei loro contatti", ha affermato l'agenzia delle Nazioni Unite.



Articolo tradotto per la comunità italiana, potete trovare l’articolo originale qui