Covid-19: reazioni del settore sociale ed economico per mitigare gli effetti


"Molti dei nostri Stati membri stanno adottando misure senza precedenti per proteggere i lavoratori in prima linea e ridurre l'impatto sulle imprese, i mezzi di sussistenza e i membri più vulnerabili della società", ha affermato Alette van Leur, direttore dal dipartimento di politica settoriale dell'ILO.

"Dobbiamo aumentare gli investimenti in condizioni di lavoro sicure e dignitose per i lavoratori in prima linea e garantire che questa pandemia non lasci cicatrici durature su economie, persone e posti di lavoro", ha aggiunto. .

Ad esempio, l'ILO ricorda che i lavoratori in servizi essenziali come la salute e la risposta di emergenza di prima linea sono ad alto rischio di infezione. Lavoratori di generi alimentari, assistenti di volo e lavoratori automobilistici sono tra quelli che hanno visto la loro salute e mezzi di sussistenza minacciati dalla pandemia.

Nelle sue note, l'Organizzazione descrive l'impatto della crisi su diversi settori sociali ed economici, inclusi i servizi pubblici di emergenza (PES), i servizi sanitari, l'istruzione, la distribuzione di cibo, le automobili, turismo, aviazione civile, agricoltura, navigazione e pesca, nonché industrie tessili, abbigliamento, pelletteria e calzature (TCLF).

I registri rivelano un'immagine del coraggio mostrato dagli operatori di emergenza e della sanità pubblica che combattono la pandemia, così come insegnanti, marinai, commercianti e altri lavoratori essenziali che mantengono in funzione le nostre società.

Le note rivelano inoltre enormi perdite, sia in termini di produzione che di posti di lavoro, in tutti i settori. I paesi in via di sviluppo saranno i più colpiti e la povertà è in aumento.

Dobbiamo (…) garantire che questa pandemia non lasci cicatrici durature su economie, persone e posti di lavoro – Alette van Leur, direttore del dipartimento di politica settoriale dell'OIL

L'analisi descrive anche le drastiche misure adottate da governi, datori di lavoro e lavoratori per contenere il virus e limitare i danni alle imprese, ai mezzi di sussistenza e all'economia in generale.

Queste misure si sono concentrate su quattro obiettivi immediati: proteggere i lavoratori sul luogo di lavoro; sostenere imprese, posti di lavoro e reddito; stimolare l'economia e l'occupazione; e basarsi sul dialogo sociale basato su standard internazionali del lavoro per garantire che paesi e settori si riprendano rapidamente e meglio.

Molti settori interessati

Il settore dei viaggi e del turismo – che, prima dell'epidemia di Covid-19, rappresentava l'11,5% del prodotto interno lordo (PIL) mondiale – era particolarmente colpito. Si stima che l'industria del turismo dell'Unione europea perda circa 1 miliardo di euro di entrate al mese a causa dell'epidemia.

Anche l'impatto sull'occupazione nel settore del trasporto marittimo, che impiega due milioni di marittimi, è notevole. L'industria delle crociere, che conta 250.000 marinai, è stata particolarmente colpita, poiché alcuni paesi hanno sconsigliato il viaggio delle navi da crociera e le principali compagnie di crociera hanno sospeso le loro attività.

Il documento sottolinea inoltre che l'industria automobilistica sta affrontando un arresto improvviso e diffuso dell'attività economica, ai lavoratori viene chiesto di rimanere a casa, alle catene di approvvigionamento che si arrestano e alla chiusura delle fabbriche. Nel 2017, l'occupazione diretta nell'industria è stata stimata in quasi 14 milioni di lavoratori in tutto il mondo.

A causa della severità delle restrizioni di viaggio e della prevista recessione globale, la International Air Transport Association (IATA) stima che i ricavi del settore passeggeri potrebbero diminuire di $ 252 miliardi, il 44% in meno rispetto nel 2019.

Nell'industria tessile, dell'abbigliamento, della pelle e delle calzature (TCLF), le misure di quarantena hanno represso la domanda dei consumatori. In Bangladesh, le cancellazioni degli ordini hanno comportato una perdita di entrate di circa $ 3 miliardi, con un impatto di circa 2,17 milioni di lavoratori.

Infine, anche l'agricoltura e la sicurezza alimentare sono state gravemente colpite. Ad esempio, la recente sospensione temporanea di una delle più grandi aste di tè al mondo a Mombasa, in Kenya, dove viene commercializzato il tè di molti paesi dell'Africa orientale, potrebbe avere un effetto devastante sulle economie locali. , nazionale e regionale se continua.



OMS foto / D. Elombat

Screening dei passeggeri all'aeroporto di Brazzaville, nella Repubblica del Congo.

Risposte varie

In risposta, i paesi hanno adottato misure per sostenere settori chiave e ridurre l'impatto socioeconomico della pandemia. Tali misure comprendono programmi di assistenza economica, moratoria fiscale, termini estesi, contributi di sicurezza sociale, nonché sussidi salariali, prestiti e garanzie per i lavoratori.

Ad esempio, la Spagna ha concesso una linea di credito di 400 milioni di euro a copertura di tutte le imprese commerciali e lavoratori autonomi spagnoli nei settori del trasporto passeggeri, alberghiero e della ristorazione.

In Namibia, il pacchetto di incentivi e assistenza economica comprende 200 milioni di dollari namibiani (NAD) in garanzie per prestiti a basso interesse a favore di agricoltori e aziende agricole, compresi agricoltori con disponibilità liquide limitate PMI agricole che hanno subito una significativa perdita di reddito. L'assistenza di emergenza una tantum di 750 NAD sarà fornita a tutti i lavoratori formali e informali che hanno perso il lavoro.

Da parte sua, il governo giapponese, in collaborazione con l'Associazione dei produttori automobilistici giapponesi (JAMA), ha istituito il Consiglio automobilistico per esaminare nuove contromisure contro i coronavirus, al fine di condividere le informazioni tra i produttori automobili e fornitori di parti e componenti automobilistici.

Oltre ad aumentare le spese sanitarie, alcuni paesi stanno assegnando più risorse alle forze di polizia per aiutarle ad attuare misure di mitigazione. Ad esempio, in Australia, nel Regno Unito e negli Stati Uniti, le forze di polizia sono state rafforzate per aiutarle ad attuare misure di mitigazione della pandemia, tra cui l'addestramento e la fornitura di dispositivi di protezione. individuo (DPI).

In Argentina, un accordo tra la federazione delle associazioni degli operatori sanitari e il governo garantisce che tutti gli operatori sanitari continueranno a ricevere il loro stipendio completo durante la quarantena e avranno diritto al trasporto gratuito durante la pandemia sovvenzionata dal governo .

Le fabbriche tessili in alcune parti dello Sri Lanka sono state temporaneamente chiuse per ordine del governo, con lavoratori che hanno diritto a ferie pagate.

Il documento rileva che in Cambogia, i lavoratori sospesi possono ricevere il 40% del loro stipendio dal datore di lavoro e un ulteriore 20% dal governo. La Cambogia ha anche sospeso i contributi al Fondo nazionale di sicurezza sociale per le fabbriche di abbigliamento e tessili che sono state colpite da una carenza di materie prime a causa di COVID-19.

Infine, in tutti i settori interessati, l'OIL ha sollecitato i governi a estendere a tutti la protezione sociale e fornisce consulenza su misure per promuovere la conservazione del lavoro, il lavoro a breve termine, le ferie retribuite e altri sussidi , per garantire che le economie, i mercati del lavoro e le industrie diventino più forti, più resistenti e più sostenibili quando la pandemia colpisce.



Articolo tradotto per la comunità italiana, potete trovare l’articolo originale qui