Esperti delle Nazioni Unite chiedono agli Stati Uniti di revocare sanzioni al Venezuela



Secondo questi esperti indipendenti delle Nazioni Unite, mentre il governo ha attribuito la responsabilità dell'attuale crisi umanitaria a paralizzare le sanzioni internazionali, molti dei problemi del paese, come la carenza di cibo, l'iperinflazione, il potere e i tagli alle risorse idriche e l'aumento della disoccupazione, ha preceduto le restrizioni commerciali.

"Tuttavia, e soprattutto alla luce della pandemia di coronavirus, gli Stati Uniti dovrebbero immediatamente revocare le sanzioni generali, che hanno un grave impatto sui diritti umani del popolo venezuelano", hanno affermato in una nota. comunicato stampa.

La richiesta di revoca delle sanzioni contro Caracas arriva quando il Programma alimentare mondiale delle Nazioni Unite (WFP) stima che un terzo della popolazione venezuelana sia insicuro dal punto di vista alimentare.

Situazione "allarmante" negli ospedali nel mezzo dell'epidemia di Covid-19

Più in generale, gli esperti hanno affermato di essere "profondamente preoccupati per la spirale della crisi economica e per i suoi effetti sulla capacità delle persone di sopravvivere quotidianamente". "Il governo deve immediatamente spiegare come intende sostenere le persone, molte delle quali sono sul punto di sopravvivere", hanno detto gli esperti.

Hanno chiesto al Venezuela di proporre misure concrete per porre fine alla crisi umanitaria. Un piano dettagliato che affronterebbe "l'impatto devastante della crisi economica del paese sui diritti umani".

Gli esperti del settore notano che il sistema sanitario sta crollando. In questo periodo del nuovo coronavirus, "molti ospedali stanno lottando per operare senza elettricità affidabile o addirittura senza acqua corrente". Gli esperti affermano che gli ospedali sono a corto di forniture mediche, dispositivi di protezione e medicine.

"Date le gravi conseguenze della pandemia di Covid-19 sulle persone a basso reddito, anche nei paesi più ricchi, è allarmante", hanno avvertito esperti indipendenti delle Nazioni Unite. Il governo dovrebbe quindi garantire che le persone abbiano il supporto di cui hanno bisogno per praticare in modo sicuro il distanziamento sociale.

"La crisi causerà danni permanenti alla prossima generazione"

Inoltre, secondo quanto riferito, il sistema educativo ha perso migliaia di insegnanti. "Molti bambini non vanno più a scuola per mancanza di energia perché non hanno cibo a casa o perché non possono permettersi di viaggiare", ha detto esperti, aggiungendo che "la crisi causerà danni permanenti alla prossima generazione".

Gli esperti sono stati inoltre allarmati dalle notizie secondo cui giornalisti, avvocati e operatori sanitari sono stati oggetto di ritorsioni e addirittura arrestati per aver espresso preoccupazione per le condizioni del paese. Gli esperti sostengono che chiunque detenuto arbitrariamente dovrebbe essere rilasciato immediatamente e il governo dovrebbe indagare sulle accuse.

Esperti indipendenti affermano che i diritti umani non possono essere accantonati anche se ammettono che "il governo sta affrontando molte sfide al momento". "Anche in un momento come questo, il governo ha ancora l'obbligo di proteggere i diritti fondamentali delle persone", hanno affermato gli esperti.

Oltre a Olivier De Schutter, relatore speciale sull'estrema povertà e diritti umani, tra gli altri firmatari di questa dichiarazione vi sono Léo Heller, relatore speciale sui diritti umani in materia di acqua e servizi igienico-sanitari e Kombou Boly Barry, relatore speciale sul diritto all'istruzione.

NOTA

Gli esperti indipendenti fanno parte delle cosiddette procedure speciali del Consiglio dei diritti umani. Le procedure speciali che costituiscono il più grande gruppo di esperti indipendenti nel sistema dei diritti umani delle Nazioni Unite sono i meccanismi di indagine e monitoraggio indipendenti del Consiglio che affrontano situazioni o questioni specifiche per paese tematica in tutte le regioni del mondo. Esperti di procedure speciali lavorano su base volontaria; non sono funzionari delle Nazioni Unite e non ricevono uno stipendio per il loro lavoro. Sono indipendenti da qualsiasi governo o organizzazione e hanno una capacità individuale.



Articolo tradotto per la comunità italiana, potete trovare l’articolo originale qui