Festa della donna: abbiamo bisogno della tua passione e della tua convinzione, afferma il capo delle Nazioni Unite


"Alcuni paesi hanno ridotto le leggi che proteggono le donne dalla violenza, altri stanno riducendo lo spazio civile, altri stanno perseguendo politiche economiche e di immigrazione che discriminano indirettamente le donne", ha avvertito António Guterres aggiungendo che l'autonomia delle donne è tutt'altro che universale.

Abbiamo bisogno della tua passione e della tua convinzione mentre affrontiamo una serie di sfide globali, dai cambiamenti climatici ai conflitti – António Guterres, Capo delle Nazioni Unite

Nonostante le restrizioni legate al coronavirus, leader, attivisti, musicisti, premio Nobel, giovani e meno giovani si sono riuniti nella Sala dell'Assemblea Generale per chiedere l'uguaglianza e i diritti delle donne, venticinque anni dopo il storica conferenza di Pechino sulle donne.

Secondo il signor Guterres, la disuguaglianza di genere è la più grave ingiustizia del nostro tempo, la più grande sfida dei diritti umani e una questione di potere.

Ha deplorato il fatto che le donne siano ancora "molto spesso private di una voce, le loro opinioni ignorate e la loro esperienza messa da parte", anche nei processi di pace o in materia di pianificazione sanitaria.


Evidenzia i contributi poco conosciuti delle donne

António Guterres ha sottolineato l'importanza di evidenziare i contributi chiave e poco conosciuti delle donne, citando ad esempio la "madre fondatrice" della scienza del clima, Eunice Foote; donne che lavoravano per la NASA sugli sbarchi sulla luna di Apollo, come Katherine Johnson; o Tu Youyou, le cui scoperte sulla malaria e i rimedi radicati nella medicina tradizionale cinese hanno salvato milioni di vite in tutto il mondo e nel 2015 sono stati "finalmente" premiati.

Il capo delle Nazioni Unite ha affermato di aver testimoniato che è possibile cambiare nella sua vita, spiegando che quando era bambino, in molti luoghi, le donne erano legalmente dipendenti dai loro mariti; che non potevano aprire un conto bancario o propri beni a proprio nome; e che erano completamente esclusi da qualsiasi posizione di potere.

"Abbiamo bisogno della tua passione e della tua convinzione mentre affrontiamo tutta una serie di sfide globali, dai cambiamenti climatici ai conflitti", ha affermato il capo delle Nazioni Unite, accogliendo con favore i cambiamenti che ha visto. , anche da parte dei giovani, per quanto riguarda l'uguaglianza di genere, la partecipazione e la considerazione delle donne.

"È più importante che mai che gli uomini difendano l'uguaglianza e i diritti delle donne", ha affermato Guterres. "Solo la pari partecipazione delle donne può permetterci di beneficiare dell'intelligenza, dell'esperienza e della conoscenza di tutta l'umanità".



Foto delle Nazioni Unite

Il Primo Ministro finlandese, Sanna Marin, celebra la Giornata internazionale della donna alle Nazioni Unite.

Parità di genere: una pietra miliare del successo della Finlandia

Da parte sua, il Primo Ministro finlandese ha sottolineato che nessun paese ha raggiunto l'uguaglianza di genere e ha chiesto "alzando il livello più alto" e "ascoltando i giovani che ci chiedono di agire ora" .

Sanna Marin ha affermato che la Finlandia, il primo paese a garantire alle donne il diritto di voto e i pieni diritti politici, promuove l'uguaglianza di genere perché "è la pietra angolare della nostra società".

"Il nostro viaggio per diventare una delle società più sviluppate e stabili al mondo non è stato facile … Abbiamo dovuto sfruttare le risorse della società nel suo insieme perché non possiamo permetterci di trascurare metà della popolazione ", ha dichiarato Marin, spiegando che" per lungo tempo la Finlandia è stata un povero paese agricolo con profonde divisioni nella società ".

Il primo ministro più giovane di 34 anni ritiene che sia importante mettere le donne al potere per riuscire ad attuare politiche di genere trasformative.

Ha sottolineato che la disuguaglianza nel mercato del lavoro in Finlandia rimane una delle grandi sfide, soprattutto nel nuovo settore tecnologico.

"Nuovi prodotti e servizi che usano l'intelligenza artificiale perpetuano il pregiudizio di genere esistente", ha affermato Marin. "Voglio cambiarlo e l'unico modo per farlo è quello di avere più ragazze nel codice, più donne nell'alta tecnologia e più donne al potere in modo che possano partecipare alla regolamentazione del settore ”.

"L'uguaglianza di genere è di beneficio a tutta la società, a tutti i sessi e a tutte le generazioni. Il raggiungimento dell'uguaglianza di genere ci libererà tutti dagli stereotipi che ci vincolano e pongono limiti a ciò che possiamo fare ed essere ", ha concluso il leader.



Foto delle Nazioni Unite

L'ambasciatrice di buona volontà dell'UNICEF e la vincitrice del Grammy Angélique Kidjo canta in occasione della Giornata internazionale della donna 2020 celebrata dalle Nazioni Unite.

Da parte sua, l'attivista e vincitrice del premio Nobel per la pace Leymah Gbowee ha ricordato che 25 anni fa le donne hanno celebrato la vittoria rappresentata dalla Dichiarazione di Pechino, quando il mondo ha finalmente riconosciuto i diritti delle donne come diritti umani.

“La Dichiarazione dovrebbe garantire che abbiamo il controllo delle nostre vite, dei nostri destini, dei nostri corpi, dei nostri tempi e persino del nostro futuro. Venticinque anni dopo, vediamo tutte queste sfide continuare: la crescente minaccia per le donne e le ragazze, per i diritti delle donne ", ha detto.



Articolo tradotto per la comunità italiana, potete trovare l’articolo originale qui