Giornata della pace: l'ONU chiede di rafforzare il nostro mondo indebolito dalla pandemia di Covid-19



"Al di là delle zone di guerra, la pandemia evidenzia e sfrutta le disuguaglianze di ogni tipo, mettendo le comunità e i paesi l'uno contro l'altro", ha detto António Guterres, parlando al giapponese Peace Bell .

Il signor Guterres ha spiegato come il coronavirus abbia messo in pericolo la pace, spingendolo a chiedere un cessate il fuoco globale già a marzo, poco dopo la dichiarazione della pandemia.

Prima di suonare il campanello, il Segretario generale ha chiesto un minuto di silenzio per le vittime di guerre e conflitti in tutto il mondo.

Un "momento annuale di calma"

Per il capo delle Nazioni Unite, la cerimonia della Campana della Pace è "un momento annuale di calma" prima del segmento di alto livello dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite, che inizierà la prossima settimana in circostanze senza precedenti, in gran parte virtuale, senza i soliti corridoi affollati e sale conferenze affollate.

Durante il dibattito generale, Guterres intende ribadire la sua richiesta di un cessate il fuoco globale, dichiarando: "Dobbiamo mettere a tacere le armi e concentrarci sul nostro nemico comune: il virus".

La pandemia si sta verificando in quest'anno, quando le Nazioni Unite celebrano il loro 75 ° anniversario e la cerimonia è stata anche l'occasione per riflettere sull'obiettivo fondante dell'Organizzazione, che è prevenire la guerra e promuovere la pace.

Dobbiamo mettere a tacere le armi e concentrarci sul nostro nemico comune: il virus

Il Segretario generale ha descritto la Campana della Pace, donata alle Nazioni Unite dal Giappone nel 1954 e realizzata con monete e medaglie donate da persone in tutto il mondo, come un simbolo di unità.

Emergendo "meglio del nuovo"

Il signor Guterres ha sottolineato che la cultura giapponese apprezza profondamente le imperfezioni e i difetti naturali, come evidenziato dall'arte del kintsugi, che consiste nel prendere pezzi di ceramica o porcellana rotti e fonderli insieme usando una lacca dorata.

Il risultato è un pezzo che non è "buono come nuovo", ma "migliore del nuovo".

"Mentre celebriamo la Giornata internazionale della pace, applichiamo questo principio al nostro mondo frammentato", ha detto. “Affrontiamo le fragilità e le disuguaglianze che vanno contro la pace, in modo da uscire dalla crisi più forti di prima. Spingiamo per la pace ovunque infuriano i conflitti e le possibilità diplomatiche di mettere a tacere le armi. Diamo priorità alla pace e costruiamo un futuro più sicuro per tutti ", ha detto il capo delle Nazioni Unite.

I più vulnerabili soffrono

La cerimonia della Campana della Pace è stata trasmessa in diretta in tutto il mondo, con il capo delle Nazioni Unite e il nuovo Presidente dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite, Volkan Bozkir, fianco a fianco nel rispetto della misure di distanza fisica dovute a COVID-19.

Il signor Bozkir ha affermato che la pandemia ha minacciato la salute, la sicurezza e lo stile di vita delle persone in tutto il mondo.

“Oggi siamo separati e mascherati. La pandemia ha portato a molte persone livelli inaspettati di miseria e difficoltà. Ma sono i più vulnerabili quelli che soffrono di più e che continuano a soffrire, sia nei conflitti che per mano di questa malattia ", ha detto.

Commemorazione della giovinezza

In circostanze normali, i Messaggeri di Pace delle Nazioni Unite, come il famoso violoncellista americano Yo-Yo Ma, si recherebbero a New York per partecipare alla cerimonia della Campana della Pace.

Il signor Ma era presente alla commemorazione virtuale di quest'anno con Jane Goodall, la primatologa britannica nota per le sue ricerche pionieristiche sugli scimpanzé.

Prima della cerimonia ufficiale, i due Messaggeri di Pace delle Nazioni Unite hanno partecipato a una celebrazione studentesca della Giornata internazionale, tenutasi anche online. I loro colleghi, il violinista Midori, il direttore Daniel Barenboim e Paulo Coelho, autore di "The Alchemist", hanno contribuito tramite messaggi video.
La signora Goodall ha insistito sul fatto che il mondo supererà la pandemia.

"Ma quando lo supereremo, dovremo riunirci come una famiglia umana", ha consigliato. "Dobbiamo mettere da parte le differenze tra nazioni, religioni, culture, per affrontare una minaccia molto più grande, che è la crisi climatica".

Il signor Ma ha parlato della necessità di costruire la fiducia tra le diverse generazioni come un modo per raggiungere la pace.

"Lo scambio intergenerazionale è incredibilmente importante", ha detto al giovane pubblico. "Questo è il tuo mondo, e noi dobbiamo darti il ​​miglior mondo possibile e avere fiducia che sarai dei grandi amministratori nel prossimo mezzo secolo."



Articolo tradotto per la comunità italiana, potete trovare l’articolo originale qui