I diritti delle donne vanno di pari passo con i diritti umani e lo sviluppo sostenibile, ricorda l'ONU.



L'incontro di apertura si è tenuto presso la sede delle Nazioni Unite a New York. Tuttavia, la Commissione ha dovuto rinviare il resto della sessione, che inizialmente doveva durare 11 giorni, a causa dell'epidemia di coronavirus.

"Viviamo in un mondo dominato da uomini con una cultura dominata da uomini e lo abbiamo fatto per millenni", ha ricordato il segretario generale delle Nazioni Unite, António Guterres, all'apertura di CSW 64. " Deve solo cambiare ", ha aggiunto.

CSW 64 si svolge 25 anni dopo la Conferenza mondiale sulle donne, che si è tenuta dal 4 al 15 settembre 1995 a Pechino, la capitale della Cina. Alla fine della conferenza, due documenti – la Dichiarazione di Pechino e la Piattaforma d'azione – sono stati adottati per raggiungere l'uguaglianza di genere e l'emancipazione delle donne in tutto il mondo.

Venticinque anni dopo la conferenza di Pechino, Guterres ha invitato gli Stati ad accelerare l'attuazione "piena ed efficace" della piattaforma di azione concordata all'epoca.

"La visione di Pechino è stata realizzata solo in parte", ha affermato il segretario generale, ricordando che le donne sono ancora sottorappresentate nei parlamenti e che persistono disparità retributive di genere.

Alcuni stati hanno anche fatto un passo indietro nelle politiche per combattere la violenza contro le donne, ha affermato Guterres, che ha anche osservato che la salute sessuale e riproduttiva è tutt'altro che universale. "Dobbiamo rimandare questa battuta d'arresto", ha detto.

"Il cambiamento è stato lento per la maggior parte delle donne e delle ragazze di tutto il mondo e, di conseguenza, la società nel suo complesso è in declino", ha dichiarato il presidente dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite Tijjani. Muhammad-Bande. " Nessun paese può affermare di aver raggiunto l'uguaglianza di genere ”.

La parità di genere al centro dello sviluppo sostenibile

Guterres e Muhammad-Bande hanno ricordato che l'uguaglianza di genere è fondamentale per il raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile fissati per il 2030.

"Non commettere errori: è essenziale integrare il genere in tutto il nostro lavoro se vogliamo raggiungere ciascuno degli OSS", ha affermato il Presidente dell'Assemblea Generale. "Non possiamo semplicemente escludere il 50% della popolazione. È responsabilità di tutti onorare il nostro impegno a non lasciare indietro nessuno ", ha aggiunto.

Guterres ha chiesto di costruire alleanze e rimanere mobilitato per i diritti delle donne, rilevando che il Forum "Generation Equality" – organizzato quest'anno da Women, France e Mexico delle Nazioni Unite – sarà un'opportunità per risultati concreti in termini di uguaglianza di genere all'inizio del Decennio d'azione per gli OSS (2020-2030).

Per il capo delle Nazioni Unite, la visione del Generation Equality Forum è chiara: la pari partecipazione delle donne e delle ragazze alla vita politica e al processo decisionale in tutti i settori della vita.

"Questa Commissione è un'opportunità per aumentare ulteriormente lo slancio per la parità di genere e i diritti delle donne che è cresciuto in tutto il mondo", ha affermato Guterres. "Mandiamo un chiaro messaggio al mondo che i diritti delle donne sono diritti umani e che l'uguaglianza di genere è al centro di tutti gli obiettivi di sviluppo sostenibile", ha concluso.



Articolo tradotto per la comunità italiana, potete trovare l’articolo originale qui