Il mondo post-Covid: trovare soluzioni immediate e durature è nostra responsabilità, secondo l'ONU numero 2



"Trovare soluzioni immediate e durature è nostra responsabilità", ha affermato la signora Mohammed in una riunione ad alto livello dei ministri delle finanze sul finanziamento dell'Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile nel contesto del Covid-19 .

Ha ricordato che le previsioni erano fosche per il mondo post-Covid: tra i 70 ei 100 milioni di persone potrebbero sprofondare nella povertà estrema; Altri 265 milioni di persone potrebbero dover affrontare gravi carenze alimentari entro la fine di quest'anno.

Si stima inoltre che siano stati persi 400 milioni di posti di lavoro, con un impatto sproporzionato sulle donne. Circa 1,6 miliardi di studenti hanno subito l'interruzione degli studi; molti potrebbero non tornare mai a scuola.

La riunione ministeriale è stata convocata su iniziativa del Segretario generale delle Nazioni Unite e dei primi ministri di Giamaica e Canada. L'obiettivo è trovare soluzioni per facilitare una ripresa globale forte, inclusiva e sostenibile.

Sei focus group

Negli ultimi tre mesi, sei focus group hanno lavorato su diverse opzioni riguardanti la ripresa economica e l'imperativo di ricostruire meglio.

“Poiché il virus continua a imperversare, abbiamo bisogno di proposte audaci per mantenere a galla le famiglie e le economie. Oggi abbiamo ascoltato opzioni che includono l'estensione dell'iniziativa per la sospensione del servizio del debito per almeno un anno e l'incoraggiamento alla partecipazione del settore privato, all'emissione o alla riallocazione generale dei diritti. prelievi, ricapitalizzazione delle banche di sviluppo nazionali, regionali e multilaterali e dichiarazione delle rimesse come servizio essenziale ", ha detto la signora Mohammed alla fine della riunione.

"L'importanza di prendere in considerazione diversi contesti nazionali è emersa anche come tema trasversale", ha aggiunto, sottolineando anche il suggerimento di creare un Caribbean Resilience Fund e un Global Trust Fund per aiutare gli Stati dipendenti. turismo.

Il vice segretario generale delle Nazioni Unite ha anche affermato di essere sollevata di ascoltare proposte ambiziose come l'attuazione di un reddito di base universale e di un'assistenza sanitaria universale per garantire che gli shock futuri per il sistema finanziario non lo facciano. 'non avrà effetti catastrofici sull'economia reale.

“Come i partecipanti hanno notato oggi, non esiste un vaccino che possa risolvere rapidamente e semplicemente la crisi socioeconomica che dobbiamo affrontare oggi. Dobbiamo pensare in modi innovativi e diversi per rafforzare le economie, le comunità e le società ed emergere come un fronte unito, pronto ad affrontare gli shock e le crisi che inevitabilmente sorgeranno ", ha detto la signora Mohammed.

Le proposte dell'incontro saranno presentate ai capi di Stato e di governo il 29 settembre. A dicembre sarà convocata una riunione di follow-up per valutare i progressi compiuti verso il raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile.



Articolo tradotto per la comunità italiana, potete trovare l’articolo originale qui