Il WFP risponde all'insicurezza alimentare in Medio Oriente e Nord Africa


In Medio Oriente e Nord Africa, il numero di persone a rischio di insicurezza alimentare potrebbe raggiungere i 47 milioni a causa della pandemia di Covid-19.

Le sue ripercussioni socioeconomiche potrebbero causare ulteriori 6,7 milioni di persone ad avere difficoltà a mangiare, ha avvertito martedì il PAM, il World Food Programme.

L'agenzia delle Nazioni Unite continua ancora di più la sua assistenza alimentare nella regione. Altre spiegazioni con Elisabeth Byrs, portavoce del WFP.



Articolo tradotto per la comunità italiana, potete trovare l’articolo originale qui