In Mali, il governo e MINUSMA si preparano alla minaccia di Covid-19


Martedì il presidente della Malesia Ibrahim Boubakar Keïta ha convocato un Alto Consiglio per la difesa nazionale. Il Consiglio ha deciso di sospendere "fino a nuovo avviso" voli commerciali da paesi colpiti dal coronavirus. Questa misura non si applica ai voli cargo.

Per precauzione, le autorità maliane hanno anche deciso di chiudere tutte le scuole del paese per almeno tre settimane. Anche le riunioni pubbliche sono sospese fino a nuovo avviso. Sono inoltre proibiti incontri sociali, sportivi e culturali di oltre 50 persone, così come bar e discoteche.

Il presidente maliano ha deciso di stanziare un budget di 6,3 miliardi di franchi CFA per combattere una possibile diffusione del coronavirus nel paese.

A seguito dell'annuncio delle misure adottate dal governo maliano, MINUSMA ha deciso di rafforzare le misure preventive. La Missione delle Nazioni Unite ha inoltre attivato il suo piano di continuità operativa.

"Ho la massima fiducia nell'impegno del personale MINUSMA a proteggersi a vicenda, a proteggere gli altri, pur continuando a garantire la continuità delle nostre operazioni in Mali", ha dichiarato mercoledì il rappresentante speciale del segretario generale. le Nazioni Unite, Mahamat Saleh Annadif, aggiungendo che altre misure saranno rafforzate se necessario.

"Stiamo monitorando attentamente lo sviluppo della situazione e continueremo, in tutta trasparenza, a tenere informato il pubblico su qualsiasi sviluppo significativo che ci riguarda, collegato all'epidemia di Covid-19", ha assicurato il Sig. Annadif che dirige il Missione delle Nazioni Unite.



Foto delle Nazioni Unite / Gema Cortes

I peacekeeper della Missione delle Nazioni Unite in Mali (MINUSMA) pattugliano aree sensibili nel centro del paese (foto di archivio).

Preservare la capacità lavorativa di MINUSMA

MINUSMA si sta organizzando per preservare la sua capacità di lavoro per tutto il tempo necessario per gli eventi. Le misure adottate includono il rafforzamento delle misure messe in atto dal governo.

Il personale delle Nazioni Unite che ritorna dalle aree colpite si è autoisolato

Come misura precauzionale, tutto il personale civile, di polizia e militare MINUSMA che ritorna in Mali da una zona colpita viene sistematicamente messo in isolamento per un periodo di 14 giorni. A tal fine la Missione delle Nazioni Unite ha istituito un centro di transito.

Lo svolgimento di qualsiasi riunione pubblica MINUSMA – workshop o seminari – è studiato caso per caso e segue rigorosamente le raccomandazioni formulate dal governo maliano.

Sono state già adottate e adottate misure sanitarie adeguate da parte di tutto il personale, in tutti gli uffici o strutture MINUSMA. È stata inoltre istituita una linea di assistenza medica dedicata.

È in corso un principio generale di telelavoro, la presenza fisica del personale presso la sede di Bamako sarà organizzata al fine di ridurre il personale presente, garantendo nel contempo la continuità delle operazioni.

"MINUSMA anticipa e si prepara rimanendo estremamente adattabile all'evoluzione della situazione, in coordinamento con il governo della Repubblica del Mali", ha affermato la missione.

MINUSMA ha dichiarato giovedì che il suo personale sta osservando rigorosamente tutte le misure necessarie, in conformità con le raccomandazioni dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) e in "totale collaborazione" con le autorità maliane. "Tutto il personale di MINUSMA è quindi invitato a osservare rigorosamente le direttive nazionali in vigore", ha affermato la missione.

"MINUSMA è determinato a continuare la sua missione e superare le sfide a fianco del popolo del Mali", ha dichiarato l'operazione delle Nazioni Unite giovedì durante un briefing con la stampa. Deplora la diffusione di false informazioni e voci in Mali. "La Missione continuerà a comunicare regolarmente e in modo trasparente sugli sviluppi", ha affermato.

Anche se finora nessun caso di coronavirus è stato registrato in Mali, "abbiamo anticipato, ci siamo preparati e siamo estremamente adattabili all'evoluzione della situazione", ha ricordato l'operazione delle Nazioni Unite.



Articolo tradotto per la comunità italiana, potete trovare l’articolo originale qui