La Cina promette $ 2 miliardi per i paesi colpiti dal coronavirus



In un videomessaggio inviato a Ginevra alla 73a Assemblea mondiale della sanità, il presidente cinese ha elogiato il ruolo dell'agenzia delle Nazioni Unite e ha anche invitato altri governi a prestare sostegno "politico e finanziario".

Ha aggiunto che Pechino intende anche lavorare "con i membri del G20 per attuare l'iniziativa di riduzione del debito per le nazioni più povere.

Infine, il presidente cinese ha proposto di rendere il suo paese, in collaborazione con le Nazioni Unite, "una piattaforma e un magazzino logistici umanitari", destinato a facilitare la fornitura di attrezzature contro i Covid-19 in tutto il mondo. Il presidente cinese ha anche assicurato che un possibile vaccino cinese diventerà un "bene pubblico globale".

Pechino ha anche affermato di essere a favore di "una valutazione globale della risposta globale all'epidemia dopo che è stata messa sotto controllo, al fine di fare il punto sulle esperienze e colmare le lacune".

"Questo lavoro richiede un atteggiamento scientifico e professionale e deve essere svolto dall'OMS; e i principi di obiettività e correttezza devono essere rispettati ", ha detto Xi all'incontro annuale dell'OMS.

"Indubbiamente una delle sessioni più importanti nella storia dell'OMS" – Presidente Macron

Come eco, il presidente francese Emmanuel Macron ha chiesto "una risposta solida per rafforzare l'applicazione delle normative sanitarie internazionali, migliorare i sistemi di allarme e di risposta alle emergenze". Parigi intende "comprendere meglio, in modo trasparente e con spirito di cooperazione, la crisi che stiamo affrontando, e trarne tutte le lezioni e quindi rispondere meglio".

Nel suo videomessaggio, il Capo dello Stato francese invita gli Stati membri dell'OMS a guardare con lucidità, rigore, a ciò che ha funzionato e a ciò che non ha funzionato nella gestione internazionale della crisi.

Abbiamo l'opportunità di dare una risposta unitaria alla pandemia, senza compiacimento, senza accuse infondate – Emmanuel Macron, Presidente della Francia

"Abbiamo l'opportunità di fornire una risposta unitaria alla pandemia, senza compiacenza, senza accuse infondate", ha detto. Invita tutti i paesi membri di questa assemblea ad assumersi la responsabilità e agire. "In nome di ciò che ha presieduto alla fondazione dell'OMS e in nome di un diritto umano fondamentale: la speranza", ha insistito Parigi.

Più in generale, il presidente Macron ritiene che il pianeta abbia bisogno dell'OMS, per il suo insostituibile ruolo di coordinamento, per la sua competenza scientifica, la sua conoscenza del terreno.

"Abbiamo bisogno di un forte OMS contro Covid-19 e l'OMS – siamo noi, sono i suoi stati membri", ha detto il capo di stato francese. Ricordiamo che dipende dai paesi membri consentire all'agenzia delle Nazioni Unite "di svolgere appieno il suo ruolo nella risposta internazionale alle pandemie".

In effetti, secondo Parigi, questa 73a Assemblea mondiale della sanità è senza dubbio una delle sessioni più importanti della storia dell'OMS.

"Deve essere un momento di unità, di solidarietà, ma anche di lucidità e azione, di fronte alla crisi globale senza precedenti che stiamo attraversando tutti", ha concluso il presidente Macron.



Articolo tradotto per la comunità italiana, potete trovare l’articolo originale qui