La crisi di Covid-19 è un appello a trasformare urgentemente il nostro modello economico, secondo un esperto



"La crisi di Covid-19 è un invito urgente all'azione. Se facciamo le scelte giuste ora, può essere la nostra occasione per spostarci verso società più inclusive e favorevoli ", ha aggiunto in un comunicato stampa.

Con un calo del reddito pro capite previsto in oltre 170 paesi, le persone senza protezione sociale saranno gravemente colpite, afferma De Schutter. Circa quattro miliardi di persone in tutto il mondo non hanno protezione sociale e quelle con lavori precari, tra cui i 2 miliardi che lavorano nell'economia informale, saranno i primi a perdere il posto di lavoro.

"In linea con gli obiettivi di sviluppo sostenibile, dobbiamo uscire da un paradigma di sviluppo che enfatizzi il primato della crescita economica, sperando di eliminare i danni ambientali e compensare gli impatti sociali della crescente disuguaglianza in seguito . Lo stesso modello di crescita deve includere fin dall'inizio i requisiti di sostenibilità ambientale e giustizia sociale ", ha affermato l'esperto delle Nazioni Unite.

"Di fronte a una crisi di tale portata, l'impegno assunto nell'ambito dell'Organizzazione internazionale del lavoro per l'universalizzazione dei piani di protezione sociale è più rilevante e più essenziale che mai", ha aggiunto De Schutter <

Programmi di sicurezza sociale

I programmi di sicurezza sociale dovrebbero essere visti come un investimento, non un costo. "Investire nella prima infanzia e nella protezione sociale che impedisce alle famiglie a basso reddito di cadere nella povertà è di grande beneficio per la società e per uscire dalla recessione economica", ha affermato l'esperto.

Inoltre, il finanziamento della protezione sociale è finanziariamente possibile. "In media, il costo del finanziamento di tutti i benefici dei piani di protezione sociale è del 4,2% del PIL per i 57 paesi a basso e medio reddito. Questo è il miglior investimento che un paese può fare per il suo futuro ", ha affermato De Schutter.

Gli Stati hanno già impegnato almeno 8.000 miliardi di dollari per proteggersi dagli impatti economici della crisi di Covid-19. Tali importi dovrebbero andare verso la costruzione di un'economia più inclusiva basata sul diritto al lavoro e alla sicurezza sociale, nonché sui diritti a un alloggio adeguato, alla salute e all'istruzione.

"L'estrema povertà non è dovuta a un reddito insufficiente o alla colpa degli individui o delle famiglie che ne soffrono. È il risultato delle scelte fatte dagli Stati e che perpetuano situazioni di povertà ed esclusione sociale ", ha affermato De Schutter.

NOTA

Gli esperti indipendenti fanno parte delle cosiddette procedure speciali del Consiglio dei diritti umani. Le procedure speciali che costituiscono il più grande gruppo di esperti indipendenti nel sistema dei diritti umani delle Nazioni Unite sono i meccanismi di indagine e monitoraggio indipendenti del Consiglio che affrontano situazioni o questioni specifiche per paese tematica in tutte le regioni del mondo. Esperti di procedure speciali lavorano su base volontaria; non sono funzionari delle Nazioni Unite e non ricevono uno stipendio per il loro lavoro. Sono indipendenti da qualsiasi governo o organizzazione e hanno una capacità individuale.



Articolo tradotto per la comunità italiana, potete trovare l’articolo originale qui