La Libia minacciata dalla diffusione di Covid-19 a causa dell'insicurezza e dell'indebolimento del sistema sanitario



"Ora ci sono otto casi confermati (sei a Misurata e due a Tripoli) e un totale di 112 casi sospetti", ha dichiarato il portavoce di Jens Laerke presso l'ufficio delle Nazioni Unite per il coordinamento degli affari umanitari (OCHA). , durante un briefing con la stampa.

"Gli scontri in corso, ma anche le misure restrittive dovute a Covid-19, stanno ostacolando l'accesso umanitario e la libera circolazione del personale medico e umanitario e stanno influenzando gli aiuti umanitari in tutto il paese", ha aggiunto. .

I vincoli per le consegne legati alla pandemia sono dovuti al coprifuoco e alle restrizioni al traffico imposte dalle autorità libiche, ma anche alle misure precauzionali adottate dalle agenzie umanitarie per evitare la trasmissione.

Ad esempio, le agenzie hanno affermato di non essere in grado di inviare camion per fornire assistenza su lunghe distanze a causa del coprifuoco.

"Sono in corso trattative con le autorità competenti per concedere esenzioni ai movimenti e alle attività umanitarie in modo che gli aiuti siano forniti durante questo periodo critico. Include anche voli aerei umanitari, su cui le agenzie delle Nazioni Unite e le ONG si affidano per spostare gli operatori umanitari ", ha affermato Jens Laerke.

Molti programmi, compresi quelli per il Piano di risposta umanitaria 2020 della Libia, sono sospesi, ritardati o ridotti o in fase di adattamento per includere le attività di Covid-19 nel Piano di risposta del settore sanitario .

"La risposta umanitaria continua con la formazione e lo sviluppo delle capacità degli specialisti della salute e l'invio di squadre di intervento rapido per la prevenzione e la risposta a Covid-19", ha detto il portavoce.

È inoltre in corso l'acquisto e la distribuzione di forniture essenziali, tra cui guanti e abiti sterili, maschere chirurgiche e gel disinfettanti per le mani. Le Nazioni Unite e i suoi partner hanno anche distribuito al pubblico circa 100.000 opuscoli informativi sulla prevenzione di Covid-19.



Articolo tradotto per la comunità italiana, potete trovare l’articolo originale qui