Nuovo partenariato delle Nazioni Unite per migliorare l'accesso alle tecnologie sanitarie vitali contro Covid-19


(Nota per i lettori: ora usiamo la parola Covid-19 nel femminile come raccomandato dall'Accademia di Francia piuttosto che nel maschile. Covid è l'abbreviazione del termine inglese "Malattia di Coronavirus" che si traduce in "Malattia di Coronavirus". "Malattia" essendo una parola femminile la regola è usare il femminile quando si usa il termine Covid)

"Ora, più che mai, la comunità globale deve riunirsi per salvare vite umane e garantire un futuro sostenibile. Le disuguaglianze aggravano il divario tecnologico e digitale in termini di opportunità per i giovani, creando un divario che minaccia di lasciarli alle spalle ", ha affermato Amina J. Mohammed, Vice Segretario Generale delle Nazioni Unite.

"L'aumento dell'accesso alle tecnologie necessarie attraverso i partenariati è un elemento cruciale della risposta sanitaria, umanitaria e socio-economica delle Nazioni Unite nel quadro di Covid-19", ha aggiunto.

Il nuovo partenariato per l'accesso alla tecnologia (PAT) è stato lanciato nell'ambito di un approccio coordinato per rafforzare le risposte dei paesi in via di sviluppo a Covid-19 e aumentare l'accesso alle tecnologie sanitarie vitali.

Questo sforzo è stato avviato dalla United Technology Technology Bank, in collaborazione con il Programma di sviluppo delle Nazioni Unite (UNDP), la Conferenza delle Nazioni Unite su commercio e sviluppo (UNCTAD) e l'Organizzazione mondiale per salute (OMS),

Poiché la domanda di dispositivi di protezione individuale, dispositivi medici e diagnostica aumenta esponenzialmente nel contesto della pandemia globale, i paesi con risorse limitate spesso non sono in grado di acquistare o produrre gli strumenti di cui hanno bisogno mettere in atto risposte efficaci a Covid-19.

La mancanza di accesso a competenze tecniche, formazione e quadri normativi limita anche la produzione locale di attrezzature essenziali in queste regioni, in particolare per prodotti più complessi come i fan.

Affrontare la carenza critica

La nuova partnership mira a colmare la carenza critica di tecnologie e apparecchiature sanitarie essenziali collegando i produttori con competenze critiche ai produttori emergenti nei paesi in via di sviluppo per condividere informazioni, competenze tecniche e le risorse necessarie per aumentare la produzione di questi strumenti.

La partnership aiuterà anche i paesi a sviluppare tecnologie e attrezzature convenienti che soddisfino gli standard di qualità e sicurezza.

Il PAT sarà guidato dalla Banca delle tecnologie delle Nazioni Unite per i paesi meno sviluppati, istituita nel 2016 per aiutare i governi a sviluppare e adattare le nuove tecnologie. L'iniziativa, aperta a tutti i paesi in via di sviluppo, sarà sostenuta anche dai suoi principali partner, UNDP, UNCTAD e OMS.

Il ruolo di PAT (…) è fondamentale nell'aiutare i paesi in via di sviluppo a rispondere agli effetti immediati e devastanti di Covid-19 – Achim Steiner, amministratore dell'UNDP

"Senza accesso a tecnologie vitali, molti paesi in via di sviluppo sono impreparati all'impatto potenzialmente devastante di Covid-19", ha dichiarato Joshua Setipa, Amministratore delegato della Banca delle tecnologie delle Nazioni Unite.

"Consentendo ai paesi in via di sviluppo di produrre queste tecnologie da soli, possiamo contribuire a metterle sulla strada della ripresa", ha aggiunto.

L'iniziativa è guidata dall'Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile e dall'appello delle Nazioni Unite per la responsabilità condivisa e la solidarietà durante la crisi di Covid-19.

"Il ruolo di PAT nel promuovere un accesso più equo alle tecnologie sanitarie essenziali è fondamentale per aiutare i paesi in via di sviluppo a rispondere agli effetti immediati e devastanti di Covid-19", ha affermato Achim Steiner, amministratore dell'UNDP.

"Inoltre, gli sforzi del partenariato per aumentare l'accesso a conoscenze, strumenti tecnici e consulenza essenziali rafforzeranno la resilienza di paesi e società agli shock futuri, contribuendo nel contempo alla loro ripresa socioeconomica", ha affermato. sottolinea.



ITU

Telefoni, tablet e laptop

Contrastare gli effetti socioeconomici della pandemia

Il partenariato si concentra sull'approccio globale del sistema di sviluppo delle Nazioni Unite per contrastare gli effetti socio-economici della pandemia di Covid-19, che include l'aumento della capacità globale di screening e trattamento, fornendo protezione per i più vulnerabili e la resilienza dei paesi alle future pandemie.

Dobbiamo unirci per sostenere tutti i paesi e garantire un accesso equo alle tecnologie salvavita – Dott. Tedros, direttore generale dell'OMS

“Covid-19 ci ha mostrato che un focolaio di malattia, ovunque, è una minaccia ovunque. Dobbiamo unirci per sostenere tutti i paesi e garantire un accesso equo alle tecnologie salvavita ", ha affermato il dott. Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell'OMS.

"L'ampliamento dell'accesso ai medicinali e alle tecnologie sanitarie in questi paesi è essenziale per rallentare le nuove infezioni ed evitare morti inutili", ha affermato.

Il PAT collaborerà anche con altre iniziative pertinenti per garantire il coordinamento e la complementarità degli sforzi per combattere Covid-19.

"Il partenariato per l'accesso alla tecnologia può essere una parte importante degli sforzi per aiutare i paesi in via di sviluppo a riprendersi da questa crisi", ha affermato Mukhisa Kituyi, segretario generale dell'UNCTAD.

"Sviluppando le capacità e le capacità dei produttori locali, l'iniziativa può stimolare l'innovazione e contribuire alla crescita economica inclusiva", ha concluso.



Articolo tradotto per la comunità italiana, potete trovare l’articolo originale qui