Rapporto COP26: le Nazioni Unite ricordano che la scienza del clima non è cambiata, gli sforzi devono continuare



Il capo delle Nazioni Unite ha appoggiato la decisione del segretariato della Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (UNFCCC) di ritardare la COP26.

"Poiché centinaia di migliaia di persone si ammalano gravemente e molti muoiono a causa di Covid-19, la necessità di eliminare il virus e salvare vite umane è la nostra priorità assoluta", ha dichiarato il portavoce in una nota stampa. pubblicato mercoledì sera.

Il segretario generale ritiene che "dobbiamo continuare i nostri sforzi per aumentare l'ambizione e l'azione contro i cambiamenti climatici", ha aggiunto. "La scienza del clima non è cambiata, le emissioni di gas serra sono ora a livelli record e gli impatti stanno aumentando e aggraveranno le sfide socio-economiche che questa crisi intensificherà".

Secondo il capo delle Nazioni Unite, la crisi di Covid-19 rafforza l'importanza della scienza e delle prove per informare le politiche e le decisioni del governo.

"La scienza mostra chiaramente che il comportamento umano cambia la capacità normativa del sistema terrestre, con un impatto sulla vita e sui mezzi di sussistenza, che vanno dalla nostra salute alla nostra economia globale. Questa drammatica crisi umana è anche un esempio della vulnerabilità di paesi, società ed economie alle minacce esistenziali ", ha affermato il suo portavoce, Stéphane Dujarric.

"I paesi devono lavorare per proteggere la salute umana e il pianeta non è mai stato più minacciato. Solidarietà e maggiore ambizione sono più che mai necessarie per passare a un'economia a basse emissioni di carbonio sostenibile e resistente che limiti il ​​riscaldamento globale a 1,5 gradi Celsius ", ha aggiunto.

Non possiamo dimenticare che il cambiamento climatico è la più grande minaccia per l'umanità a lungo termine – Patricia Espinosa, segretario esecutivo dell'UNFCCC

Non è stata ancora fissata una nuova data per COP26 a Glasgow nel 2021. "La riprogrammazione della COP 26 assicurerà che tutte le parti siano completamente dedicate alle questioni da discutere in questa conferenza vitale e avranno più tempo per i preparativi necessari", ha dichiarato l'UNFCCC in un comunicato stampa pubblicato giovedì. .

"Covid-19 è la minaccia più urgente per l'umanità oggi, ma non possiamo dimenticare che il cambiamento climatico è la più grande minaccia per l'umanità a lungo termine", ha detto ha dichiarato Patricia Espinosa, segretario esecutivo dell'UNFCCC.

“Le economie inizieranno a riprendersi presto. Sarà un'opportunità per i paesi di riprendersi meglio, includere i più vulnerabili in questi piani e modellare l'economia del 21 ° secolo in modo pulito, verde, sano, equo, sicuro e più resistente ", ha affermato. ha aggiunto. "Nel frattempo, continuiamo a sostenere e sollecitare i paesi a rafforzare in modo significativo le loro ambizioni climatiche, in conformità con l'accordo di Parigi".



Articolo tradotto per la comunità italiana, potete trovare l’articolo originale qui